box_pizza_mix_bella_brava

Bella&Brava

store_bella_brava_venezia

BuzzooleCiao a tutti,

avete in programma una vacanza a Venezia o abitate nelle zone limitrofe? Dovete assolutamente andare a mangiare da Bella&Brava, lo store ha inaugurato il suo primo punto vendita a luglio 2016. L’obbiettivo del Bella&Brava è quello d’introdurre nuovi standard nel campo dell’alimentazione nell’innovazione del piatto della tradizione italiana: la Pizza.

Offrono piatti di altissima qualità con una formula innovativa nella cottura e nella preparazione della pizza nel rispetto dei protocolli di igiene e conservazione delle proprietà nutritive degli ingredienti.venexiana_bella_brava

Alla continua ricerca della qualità delle materie prime avendo sempre rispetto per l’ambiente con l’obbiettivo di divulgare il rispetto della buona alimentazione e nella salvaguardia della salute dei consumatori.

Come primo store hanno scelto Venezia, una città piena di fascino e arte, ed entrando nel locale vi renderete subito conto il legame che c’è con il Bella&Brava e il territorio, la loro filosofia è di personalizzare ogni store con un richiamo ad un simbolo architettonico/culturale della città in cui il punto vendita è presente e da una Pizza realizzata con prodotti locali.box_pizza_mix_bella_brava

Per Venezia il  logo dello store riprende il disegno del mosaico in opus sectile dell’atrio della Ca’ d’Oro e la pizza dedicata alla città, Pizza Venexiana, preparata con una base di farina di farro, rucola e polpa di granchio tradizionalmente pescato in Laguna che può essere condita a piacere con con olio al profumo di limone e pepe verde.

Lo store ha un’impronta take away, con sei posti a sedere, per poter gustare la pizza immersi nell’arte della cittadina anzi all’interno del negozio ci sono dei consigli utili per i turisti dei posti consigliati da visitare assolutamente.

mappa_bella_brava
Poi si sa quando si è in giro per musei si va sempre di fretta e si vuole stare leggeri, ma la pizza della Bella&Brava ha una concezione di pizza sana e con un’alta digeribilità grazie ad una collaborazione di dietologi e cuochi.

La pizza della Bella&Brava si distingue per le sue materie prime di altissima qualità da fornitori italiani con i quali condivide progetti di responsabilità ambientale e sociale, con un processo di produzione realizzata con una lenta lievitazione e una conservazione a – 18°, l’ideale per mantenere inalterate le proprietà nutritive degli ingredienti utilizzati con una cottura della pizza avviene con il forno elettrico per evitare contaminazioni con sostanze nocive derivanti dalla combustione della legna. basilico_bella_brava

Un altro focus importante della Bella&Brava è l’eco sostenibilità, utilizzando solo materiali ecologici: i bicchieri, i piatti, le posate, tovaglioli, le shopper, i supporti di comunicazione e scatole della Pizza sono biodegradabili al 100% dato che sono realizzate utilizzando le alghe in eccesso nella laguna di Venezia.

Le pizze che potrete scegliere da Bella&Brava sono sei, una scelta quella dello store finalizzata a garantire un alto standard di qualità del prodotto. Ogni pizza è realizzata prestando attenzione all’equilibrio e al bilanciamento degli ingredienti utilizzati ed è da considerarsi un pasto completo a livello nutrizionale.

menu_bella_brava

Le pizze che troverete nel Menù sono la Marinara, la classica Margherita, la Vegetariana, la Capricciosa, la Tonno e Cipolle e la pizza dedicata a Venezia, La Venexiana… io sono tentata da quest’ultima anzi forse da tutte!!

Nella Pizza Margherita è presente come ingrediente la mozzarella di bufala a differenza delle altre pizze che invece sono presenti le fettine di soia, l’ideale per chi è a dieta o per chi segue un’alimentazione vegana, che spesso trova difficoltà a mangiare una pizza take away perfetta per la loro alimentazione.

La pizza poi vi verrà servita 5 minuti dopo l’ordine, perfetto per chi è in vacanza e non vuole perdere tempo per mangiare, inoltre. essendo servita già tagliata in otto fette potrete comodamente mangiarla in giro per la città o facendo la fila davanti un museo, così sicuramente ammortizzerete i tempi morti.