antipastilievitati dolci e salatipiatti uniciRicetta con le patatericetteRicette Vegetariane

Focaccia barese

Eh si alla fine ho ceduto e mi sono decisa di fare la Focaccia Barese!!

Non potete immaginare quante versioni di questa ricetta ho trovato on line e nei miei libri di cucina, alla fine sono andata in confusione.

Tra tutte quelle visionate ho deciso di seguire la ricetta di Tavolartegusto di Simona Mirto che realizza ricette meravigliose.

La Focaccia Barese è un classico lievitato pugliese che potete trovare in vendita in qualsiasi forno pugliese.

Trattandosi di una ricetta della gastronomia popolare ne esistono moltissime versioni.

Un’impasto con patate molto facile nella sua preparazione e molto morbida con un condimento di pomodorini e olive nere.

Un’ingrediente che di certo non si deve essere di manica stretta è l’olio extra vergine d’oliva.

Per realizzarla non ci vuole tanto, poi se avete la planetaria o un’impastatrice, la sua preparazione sarà ancora più veloce.

Certo essendo un lievitato avrà bisogno di tempi di riposo, ma fidatevi è super sfiziosa che appena provata non vedrete l’ora di prepararla nuovamente.

E’ perfetta per una merenda, per una cena, per un buffet di compleanno e c’è anche qualcuno che l’ha mangiata a colazione…

La sera che l’ho cucinata, l’ho lasciata raffreddare e sono uscita, quando sono ritornata ho aperto la porta di casa e ci ha accolto un profumino… Anche se erano le 2 di notte abbiamo fatto uno spuntino notturno. Non riuscivamo ad andare a dormire senza assaggiarla!!!

Quando l’ho preparata, dato che con l’impasto sono uscite 2 focacce, ne ho mandata una a mia sorella e non ci crederete: per quanto è piaciuta a mia nipote l’ha mangiata anche a colazione.

Con gli ingredienti che sono qui di seguito riuscite a realizzare due focacce pugliesi con uno stampo rotondo da 30 cm o una focaccia con una teglia rettangolare da forno.

Siete pronti a preparare la focaccia barese insieme a me?

Stampa ricetta o salva il file PDF
Focaccia barese
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Tempo Passivo 7 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Impasto
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Tempo Passivo 7 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Impasto
Istruzioni
  1. In una ciotola miscelate insieme tutte le farine. Dal totale ottenuto prendete 95 g disponetele in una ciotola, aggiungete il lievito di birra e 100 ml di acqua presa dal totale che avete negli ingredienti. Mescolate gli ingredienti per realizzare il classico lievitino, coprite la ciotola con una pellicola per alimenti e lasciate riposare in un forno spento, con temperatura 26 gradi per almeno 2 ore o finché non sarà raddoppiato il suo volume.
  2. Lavate le patate con tutta la sua buccia, fatele cuocere in acqua leggermente salata. Quando saranno ben cotte, scolatele ed eliminate la loro buccia. Schiacciate le patate con l'aiuto di una forchetta o schiaccia patate creando una purea e fatele raffreddare.
  3. Passate le due ore mettete il lievitino in una ciotola più capiente, unite la farina rimamente, la purea di patate, che si saranno raffreddate, e i 200 ml di acqua rimasta in dotazione. Nel caso avete una planetaria azionatela con il gancio K oppure impastate con le mani, finché tutti i liquidi si saranno ben amalgamati ed assorbiti tra di loro.
  4. Fate incordare il vostro impasto aggiungendo poco per volta l'olio extra vergine d'oliva e in ultimo unite il sale. Se l'impasto non si presenterà totalmente incordato, ma risulterà morbido, non vi preoccupate in fase di pieghe si rassoderà. Versate il vostro impasto in un piano infarinato con la farina manitoba, spolverate la superficie dell'impasto con altra farina e fate le pieghe a portafoglio. Infine fate la pirlatura al vostro impasto e fatelo riposare all'interno di una ciotola. Copritelo con una pellicola per alimenti e inseritelo nel forno spento 26° per tre ore circa o finché non avrà raddoppiato il suo volume.
  5. Passate le tre ore riprendete il vostro impasto con le mani ben unte di olio, avvolgetelo con le mani unte e stendetelo in una teglia leggermente unta. Potete usare due teglie rotonde da 30 cm o una classica rettangolare da forno. Picchiettate con le dita unte di olio per stendere bene l'impasto. Fate lievitare per 30 minuti circa in forno spento a 26°.
  6. Intanto che l'impasto lievita, tagliate i pomodorini ciliengino a metà, condite con olio evo, sale ed origano. Passati i 30 minuti disponete i pomodorini in superficie alternandoli con delle olive nere. Riempite tutta la superficie della focaccia e ultimate versando il condimento dei pomodori per insaporire. Aggiungete un filo d'olio evo, sale ed origano.
  7. Fate riposare per un'ora e mezza le vostre focacce o fino al raddoppio del loro volume. Preriscaldate il forno a 200° in modalità statica, inserite la focaccia quando il vostro forno sarà ben caldo. Posizionatela per 12 minuti (15 se usate la teglia rettangolare) sulla base del vostro forno e poi per altri 7 minuti (o 12 per la teglia rettangolare) in modalità grill trasferendola nella parte medio alta del vostro forno.
  8. Quando la vostra focaccia si sarà ben dorata sfornatela e lasciatela raffreddare per alcuni minuti. Perfetta da mangiare calda, tiepida, ma anche fredda. Per conservare la vostra focaccia vi consiglio dopo un'ora di metterla in un piatto coperta da una pellicola per alimenti, per lasciare integra la sua morbidezza.

Lascia un commento