piatti uniciprimi piattiRicetta con le patatericette

Patate, riso e cozze o Tiella Barese

Patate, riso e cozze una ricetta che mi ha conquistato al primo morso

 

Patate, riso e cozze una ricetta che prima di realizzarla mi sono documentata tantissimo. Non riuscivo a trovare la ricetta originale, o meglio ce ne erano troppe diverse.

Poi chi la chiama Tiella barese, chi Riso, patate e cozze e chi Patate, riso e cozze… già il nome della ricetta mi stava confondendo e non poco. Mi sembrava tutto molto assurdo però è anche il bello delle ricette regionali.

Come vi ho detto ho iniziato a studiare questa ricetta un anno fa, chiedendo amici e conoscenti del luogo e ognuno aveva la sua versione.

Addirittura ho trovato una versione con le zucchine…

Un giorno dopo l’ennesimo libro che ho consultato ho detto basta, dovevo farla, non potevo continuare così anche perchè non vedevo l’ora di assaggiarla.

Sono uscita per la spesa settimanale e ho detto a mio marito: “Se trovo le cozze domenica la preparo“. Credo che Ale, mio marito non vedesse l’ora, anche perchè trovava sparso per casa appunti sull’ultima ricetta trovata.

patate-riso-cozze

Tornata con il bottino non dovevo che iniziare, ma quale fare???

Sono stata un intero pomeriggio a leggermi tutti gli appunti che avevo preso in un anno ed è uscita la the winner is …

La ricetta ho capito o quella che ho fatto io è la Patate , riso e cozze o chiamata anche Tiella Barese nome dato per il contenitore dove veniva cucinata.

patate-riso-cozze

Una ricetta che mi metteva timore per il riso crudo ed invece si è cotto benissimo.

Il profumino che emanava dal forno faceva sperare, ma al primo assaggio sia io che Ale siamo stati conquistati.

Da sempre prediligo  le ricette regionali, soprattutto per me che amo questi piatti tradizionali che contraddistingue la nostra bellissima Italia.

P.s. mi scuso con tutti i Pugliesi, soprattutto i baresi, nel caso la ricetta non è quella della vostra mamma o nonna.

Altre ricette pugliesi presenti nel blog:

Focaccia barese 

Pitta Salentina

 

Stampa ricetta o salva il file PDF
Patate, riso e cozze
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 1 ora
Porzioni
persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 1 ora
Porzioni
persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Per realizzare Patate, riso e cozze dovete iniziare da quest'ultima. Prendete le cozze, eliminate le incrostazioni esterne e il bisso. Apritele con un coltellino a crudo avendo cura di recuperare il liquido, che poi filtreremo, contenuto all’interno.
  2. Prendete una pirofila da forno bassa e larga. Preparate un primo strato di cipolle tagliate finemente, aglio, prezzemolo tritato, pomodorini tagliati e un giro d’olio.

    patate-riso-cozze
  3. Aggiungi un primo strato di patate tagliate a fette sottili e disponetele a raggiera. Aggiungere le cozze aperte a metà con il guscio rivolto verso l’alto, il riso crudo, facendo in modo che finisca all’interno delle cozze e negli spazi vuoti e ultimate con il prezzemolo, l'aglio tritato e il pecorino grattugiato. N.b. Se usate il pecorino non avrete bisogno di aggiungere sale, ma se nel caso usate il parmigiano grattuggiato salate a piacere.
  4. Ripetere con tutti gli ingredienti creando due strati e ultimando con lo strato di patate messe a raggiera e ultimate con un giro di olio evo. Aggiungete a questo punto l’acqua filtrata estratta dall’apertura delle cozze sul bordo della teglia, fino ad arrivare a coprire l'ultimo strato di riso, nel caso non bastasse potete integrare con dell'acqua calda o tipida.
  5. Coprite la teglia con un foglio di carta da forno, precedentemente bagnata e strizzata. Fatela aderire bene e aggiungete sopra la carta stagnola. Questo perché non è bene lasciare a contatto la carta stagnola con gli alimenti durante la cottura in forno.
  6. Fate cuocere in forno preriscaldatato per un'ora, gli ultimo 30 minuti potete togliere la carta forno e stagnola e proseguire la sua cottura. Se amate l'effetto doratura nei vostri piatti prolungate la sua cottura per altri 5 minuti mettendo nel forno modalità grill.

  7. P.s. La cottura, molte ricette consultate prevedevano una prima cottura sul gas, a fuoco medio, fino al suo bollore e poi infornare sul forno. Molti ultilizzavano solo parmigiano reggiano o smezzare il quantitativo tra parmigiano e pecorino. però la ricetta originale prevede solo il pecorino grattugiato dato che era un ingrediente povero e meno costosos rispetto al parmigiano grattugiato.

Lascia un commento